Tag

, , ,

Di questo ristorantino nizzardo mi avevano parlato bene già da tempo, ma solo oggi abbiamo avuto l'occasione di andarci, complice l'invito di un amico che ci ha proposto un pranzo al sole sulla sua bella terrazza.
La locanda si trova fuori dalle direttrici strettamente turistiche di Nizza, appena all'inizio delle colline che si estendono ad est della città, ma sufficientemente vicina al centro da essere raggiunta in pochi minuti a piedi, partendo dal nostro quartiere.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
La location è davvero carina: un giardino, delle terrazze e un bell'ambiente interno accolgono gli ospiti per offrir loro a mezzogiorno un appetitoso menù fisso e alla sera una ricca carta di piatti della cucina italiana.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

Salta subito agli occhi la cura riservata alla qualità degli ingredienti: la zona del giardino dedicata alla coltivazione delle erbe aromatiche e a qualche verdura, la cantina a vista con l'esposizione di bottiglie, salumi e formaggi di qualità garantita, il bancone dedicato alle paste e al pane fatto in casa, sono dettagli decisamente eloquenti sull'importanza che qui viene data alla qualità di ciò che viene portato in tavola.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
La locanda è uno dei 7 ristoranti italiani di Nizza ad aver ricevuto la certificazione di qualità dalla Camera di Commercio Italiana (e chi è stato ameno una volta a Nizza ha visto quanti ce n'è che si fregiano della denominazione generica) e lo Chef Bonizzoni riceve ogni anno molteplici riconoscimenti per la sua attività.

image from www.flickr.com
Oggi il menù del giorno era composto da un antipasto di peperoni al forno con tonno e insalata, dei maltagliati ai funghi e scaglie di garna e una crostata al gianduia. Il tutto delizioso.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
A refaire sûrement, magari una delle prossime tiepide sere d'estate, per assaggiare le prelibatezze che lo "Chef Boni" ci consiglierà.

image from www.flickr.com
(in mancanza dello chef abbiamo qui ritratto uno dei fedeli controllori della qualità del cibo)

Annunci